Il monumento più grande di Roma: Le Mura Aureliane

Le Mura Aureliane furono costruite tra il 270 e il 275 dall’imperatore Aureliano per scongiurare le sempre più frequenti incursioni dei barbari nella città di Roma, capitale dell’impero. Le vecchie Mura serviane (che circondavano solamente i sette colli), costruite nel VI secolo a.C., non erano più sufficienti a tenere lontana la nuova minaccia.

Nel primo video vedremo il docente dell’Università degli studi Roma Tre, Michele Zampilli, che attraverso un’attività di ricerca analitica, ha presentato un progetto, elaborato con il prof. Marco Canciani e il loro Dipartimento di Architettura, realizzato in collaborazione con la Sovraintendenza Capitolina. Mediante degli studi approfonditi finalizzati alla creazione di una piattaforma informativa, riguardanti la catalogazione e l’inventariazione, hanno individuato delle metodologie d’intervento del complesso delle Mura Aureliane. Con il supporto visivo delle illustrazioni in rilievo 3D, realizzate in collaborazione con gli architetti Mauro Saccone, Manuela Michelini e Alice Scortecci del Dipartimento di Architettura, si va alla riscoperta di uno dei monumenti più grandi di Roma.

Nel secondo video, Alberto Angela ci racconta la storia delle mura e della loro importanza per l’epoca e nei secoli successivi, il loro mutamento e la storia che hanno attraversato, con il loro percorso di oltre 18 km che le resero tra le cinte murarie antiche più lunghe e meglio conservate al mondo.


Share