Il Ludus Magnus, la più grande palestra gladiatoria della città di Roma, fu voluta dall’imperatore Domiziano (81-96 d.C.) nella zona tra l’Esquilino ed il Celio, in un’area precedentemente occupata da strutture risalenti all’epoca repubblicana e augustea. I resti visibili oggi si riferiscono ad una fase di ricostruzione successiva del complesso, attribuita all’imperatore Traiano (98-117), che produsse un rialzamento del piano del Ludus di più di un metro.

(altro…)