3339 monete romane ritrovate a Yeovil in Inghilterra

Un importante ritrovamento, costituito da 3339 monete di epoca romana è stato effettuato presso Yeovil, nella contea inglese del Somerset del sud, località nota per lo stabilimento italo-britannico di elicotteri AgustaWestland. Venute alla luce durante lavori di livellamento per l’edificazione di un campo da Hockey, le monete sono casualmente riemerse dal terreno ed è stato possibile datarle al II-III secolo d.C. Il ritrovamento è costituito da 164 denari in argento, 4 sesterzi in bronzo, oltre al resto formato da antoniniani particolarmente ben conservati.

Le monete, per lo più denari, appartengono all’epoca antonina, Severiana, fino al regno di Gordiano III. Di esse, quattro sesterzi sono risalenti all’epoca di Marco Aurelio. coniati per conto di Faustina II, della figlia dell’imperatore Marco Aurelio Lucilla, e dell’imperatore Commodo, in carica dal 180 al 192. Particolarmente rari appaiono due di questi ritrovamenti monetari, uno raffigurante un esemplare di elefante risalente presumibilmente al regno di Filippo l’Arabo, ed uno con l’effige di un ippopotamo coniato per conto di Octacilia Severa. Il loro valore commerciale, a seguito dello studio degli esperti del British Museum, luogo dove è attualmente conservato il tesoro, si aggirerebbe intorno alla cifra di 175 mila sterline. Il ritrovamento è stato al centro di una querelle tra il pilota della scavatrice che ha effettuato il fortuito recupero (che avrà diritto ad un terzo del valore) e i compagni del team di lavoro.

Ph: British Museum/SWNS
Ph: British Museum/SWNS

 

©CapitolivmSj
To translate the page, copy the URL and paste it in the Google Translate form

Condividi su:
        

Share