Siamo in Via Merulana, di fronte lo storico Teatro Brancaccio di Roma. Un anonimo edificio, con una moderna tettoria, si para dinanzi i nostri occhi. In pochi sanno che, in realtà, quello che sembra una struttura senza valore è l’unica testimonianza architettonica ed archeologica della straordinaria domus di Mecenate (senza considerare qualche opera statuaria o frammenti di decorazioni ospitate nei musei), ricchissimo e colto uomo della fine del I secolo a.C. che, sfruttando le varie arti, diede una grossa mano alla propaganda politica di Ottaviano Augusto, princeps dell’Urbe e, in definitiva, primo imperatore di Roma. Ecco l’Auditorium di Mecenate. (altro…)